TÈ MATCHA 〰 Proprietà, benefici, controindicazioni, dove si trova e come si prepara.

Buonasera ragazze!❤️

Questa sera vi voglio parlare di una polvere verde pregiata, un tè molto speciale dalle impareggiabili proprietà: il tè matcha.


Partiamo dal principio…che cos’è il tè Matcha?


È una varietà di tè verde che i coltivatori giapponesi fanno crescere a riparo dal sole e le cui foglie vengono raccolte a mano e poi trasformate in polvere attraverso l’utilizzo di mulini in pietra. 


Settimane prima della raccolta, le piante di matcha vengono coperte in modo che abbiano il giusto grado d’ombra allo scopo di aumentarne il contenuto di clorofilla che conferisce a questo tè il suo tipico colore verde e mantenere l’integrità degli amminoacidi in esse contenuti.


Proprio grazie a questa lavorazione, il tè matcha – pregiatissimo – si presenta in polvere molto fine e profumata di un intenso color verde smeraldo ed è particolarmente ricco di vitamine, sali minerali, clorofilla e carotene.


Quali sono le sue innumerevoli proprietà?

  • Contiene una grossa quantità di antiossidanti: gli antiossidanti sono preziose molecole che proteggono i tessuti del nostro organismo dall’invecchiamento e dalle malattie croniche poiché sono in grado di impedire reazioni chimiche che portano alla formazione di composti dannosi. Il té matcha contiene un’importante classe di antiossidanti, le catechine, fra cui l’epigallocatechina gallato (EGCg), molecola a cui sono state riconosciute proprietà anticancro; Favorisce la perdita di peso. E’ praticamente privo di calorie ed aiuta ad accelerare il metabolismo poiché favorisce la termogenesi; Potenzia la memoria e la concentrazione. Come gli altri tipi di té verde contiene teanina, un aminoacido che ha la capacità di ridurre lo stress fisico e mentale. Agendo sui neurotrasmettitori è in grado di indurre uno stato di rilassamento. La teanina, inoltre, andrebbe a contrastare gli effetti dannosi della caffeina contenuta in questo tè; Rinforza il sistema immunitario. Grazie alla presenza dei numerosi antiossidanti e polifenoli contribuisce a rinforzare il sistema immunitario. Contiene inoltre ferro, potassio, vitamina A e C e calcio, minerali e vitamine utili al buon funzionamento del sistema immunitario; Detossificante. La clorofilla presente nel tè matcha è un potente agente detossificante che ha effetto drenante;

  • Contribuisce al benessere dell’apparato cardiovascolare: l’epigallocatechina gallato contribuisce a tenere bassi i valori di colesterolo nel sangue e a ridurre l’accumulo dei lipidi nell’endotelio dei vasi;
  • Contrasta diabete di tipo 2: studi scientifici hanno dimostrato che il consumo do té matcha può migliorare la sensibilità delle cellule all’azione dell’insulina e la tolleranza al glucosio;
  • Benefico per l’apparato gastrointestinale: facilita l’eliminazione delle feci, aiutando così la pulizia del colon favorendo l’eliminazione di tossine che vi si possono accumulare. E’ inoltre un efficace rimedio per l’iperacidità gastrica;
  • Difende dalle infezioni: è stato dimostrato che l’epigallocatechina gallato inibisce la crescita di molti batteri e virus patogeni, fra cui lo Stafilococco, il virus dell’epatite B e C e l’herpes virus.

Il tè matcha può essere di due tipi:

usucha, le cui foglie sono raccolte da piante più giovani di 30 anni

koicha che invece prevede l’uso di foglie di piante che superano i 30 anni. Si tratta in entrambi i casi di un tè speciale e prezioso tanto che sta alla base della Cha no yu, la cerimonia del te, codificata anche nel rituale buddista.

Quali sono le sue proprietà?

Questa polvere viene ottenuta dalle foglie – interamente presenti nella bevanda e nella polvere – della migliore qualità di Gyokuro sbriciolate in appositi frantoi.


La modalità di preparazione di tè matcha – per sospensione e non per infuso (la polvere, infatti, viene unita in una larga ciotola all’acqua/latte vegetale) – gli conferisce una maggiore concentrazione di sostanze rispetto all’usuale infusione.


In particolare, il tè matcha è ricco di vitamine B1, B2 e C, beta-carotene, sali minerali, polifenoli e caffeina, che favorisce uno stato di vigile attenzione. Al pari dei monaci buddisti che lo utilizzavano durante la meditazione, allora, un po’ di tè matcha vi farà rimanere belli svegli, di conseguenza, la mattina vi fate una carica estrema di benefici, adatti ad una partenza sprint. Ma attenzione se siete particolarmente sensibili alla caffeina!


Quali sono i benefici, invece? 

  • Pelle. Tè matcha è sinonimo di antiossidanti: il Matcha contiene 70 mg al grammo di catechine, una quantità decisamente superiore a quella contenuta nei tè verdi in bustina. E’ dunque un ottimo rimedio antinvecchiamento, drenante e disintossicante e non solo: il tè matcha si rivela essere anche un rimedio per prevenire le scottature solari e in grado di proteggere la nostra pelle dai possibili danni causati dai raggi ultravioletti. La sua azione protettiva sarebbe dovuta all’elevato contenuto di polifenoli presenti nelle foglie da cui si ricava la polvere.
  • Digestione. Calma le mucose dello stomaco e dell’intestino ed è utile nella cura di malattie di origine nervosa o infiammatoria che riguardano l’apparato digerente. In più, è un efficace rimedio contro l’iperacidità gastrica e protegge il fegato.
  • Diete dimagranti. Il tè matcha è in grado di ridurre la sensazione di fame, per cui può essere utilizzato in regimi alimentari ipocalorici, anche grazie al suo effetto diuretico che aiuta nella perdita di peso.

Infine, il matcha sarebbe in grado di prevenire infarti o colpi apoplettici, tenere a bada l’ipertensione e di ridurre il livello di colesterolo nel sangue.

Visto le sue potenzialità, oggi il matcha si utilizza anche per scopi meno tradizionali come scrub e maschere per il viso come vi ho fatto vedere sul mio profilo Instagram con i “consigli di bellezza”.


Il matcha viene inoltre utilizzato come colorante alimentare naturale, come spezia, nella preparazione di dolci tradizionali giapponesi e di cioccolatini e biscotti.


Controindicazioni!

Ovviamente, neanche di tè matcha si può abusare. Vi ricordo che questo tè contiene davvero molta caffeina e polifenoli, e berne troppo o troppo concentrato potrebbe causare tremori e palpitazioni o indigestione. Accertatevi inoltre che il tè non interferisca con medicine o integratori che state già assumendo. Alcuni componenti del tè potrebbero interagire con determinate sostanze.

Dove si può comprare?

Il matcha migliore, solo in polvere e di qualità più pregiata, proviene dalla regione dell’Uji Tawara, che sembra abbia le condizioni di terreno e climatiche ottimali per la coltivazione del tè.

Lo si trova in erboristeria, sui siti online e nei supermercati biologici in contenitori solitamente di metallo e sottovuoto che ne preservano la freschezza (nel caso più raro in cui lo trovaste in vendita sfuso, dovrà essere stato conservato in frigorifero.).

Che strumenti sono necessari per la preparazione di questo pregiato tè? 

Per poter gustare un vero tè matcha, preparato secondo i dettami della scuola del tè giapponese, dovrete procurarvi:

Chawan: si tratta della tazza perfetta per questo tè. E’ una ciotola di piccole dimensioni in ceramica o terracotta i cui colori esaltano il verde giada del tè matcha.

Chashaku: è il cucchiaino sottile in bambù che raccoglie il giusto quantitativo di tè matcha per una tazza. E’ curvato a vapore.

Chasen: frustino largo e tozzo realizzato da un unico pezzo di bambù, serve per mescolare la polvere di tè in modo omogeneo senza alterarne minimamente il sapore.

Chaki: scatola in ceramica o legno che contiene il tè ma solo durante il periodo della cerimonia. Infatti per conservare la preziosa polvere la cosa migliore è tenerla in una scatola ben sigillata al riparo da aria e luce.


Ma come si prepara questa bevanda?

Come vi ho già detto prima, il tè matcha non si prepara per infusione come gli altri tè, ma grazie all’utilizzo di un apposito accessorio di bambù, il chasen. 

L’alternativa più occidentale è quella di usare un comune frustino metallico per amalgamare. Dopo di che, il tè può essere consumato semplice oppure dolcificato con zucchero di canna o miele integrale biologico.


In generale, il consiglio è quello di preriscaldare una tazza con dell’acqua calda, quindi svuotarla e asciugarla. Per una tazza da 200 ml dovrete utilizzare una dose di tè presa con il chasaku. Se non lo avete, regolatevi utilizzando all’incirca mezzo cucchiaino da tè. Scaldate la tazza in acqua ben calda, asciugatela, aggiungete la dose di tè matcha e mettete l’acqua: la temperatura di quest’ultima dovrà essere di circa 80 gradi, prima del bollore. Con il chasen (che prima di essere usato va bagnato in acqua) iniziate a mescolare dolcemente con due movimenti lenti e circolari. Subito dopo procedete con più energia formando per 15 volte degli “8” nella tazza e concludendo con un ultimo gesto a formare un “6”. A questo punto il matcha è pronto.


Io preferisco in assoluto il matcha-cappuccino versione “occidentale”: visto infatti che difficilmente qualcuno a casa avrà tutti gli strumenti per la cerimonia del tè come me, potete usare uno schiumatore per il latte, quello che usate per fare il cappuccino.


Basterà scaldare 250 ml di latte (quello che preferite, io solitamente utilizzo quello di soia) in un pentolino. Riscaldate il latte fino alla temperatura di 80° (quindi non deve bollire, ma dev’essere molto caldo). Versate un cucchiaino di polvere di Matcha in una tazza bella ampia, e fatelo sciogliere con un paio di cucchiai di latte, mescolando benissimo. Una volta che il matcha si sarà ben amalgamato, versate il resto del latte e schiumate con il frullino e servite. LO ADORO!


Qui di seguito vi lascio altre ricette davvero molto interessanti che potete provare se anche voi amate follemente il matcha come me:

___________________

1 • Matcha Tè Freddo con Menta e Lime

Ingredienti:

-Mezzo cucchiaino di matcha classico o cerimoniale

– 250 ml di acqua tiepida

– 2 cucchiaini di succo di lime

– 3 cucchiaini di agave

– 4 foglie di menta fresca

– Ghiaccio

Preparazione:

Setaccia il matcha ed uniscilo ad una piccola parte di acqua calda; unisci il risultato in uno shaker da cocktail con la restante acqua, il succo di lime, l’agave e le foglie di menta, shakera il tutto e servilo in un bicchiere colmo di ghiaccio.

Se non disponi di uno shaker da cocktail puoi ottenere lo stesso risultato unendo gli ingredienti in una caraffa o scodella e mescolando energicamente con un cucchiao .

___________________

2 • Matcha Arnold Palmer

Ingredienti:

– Un cucchiaino del nostro tè matcha classico o cerimoniale

– 120 ml di limonata

– 180 ml di acqua

– una manciata di ghiaccio

Preparazione:

Se lo possiedi, inserisci tutti gli ingredienti in uno shaker per cocktail, versa poi il drink in un bicchiere con dell’altro ghiaccio.

Aggiungi una fetta di limone come decorazione.

___________________

3 • Matcha Limonata

Ingredienti:

– 250 ml di acqua calda

– 900 ml di acqua fredda

– 250 ml di succo di limone

– 400 gr di zucchero di canna o 100 gr di stevia e 50 gr di zucchero di canna

– un cucchiaio e mezzo di matcha culinario o classico

Preparazione:

Unisci lo zucchero e l’acqua calda in una ciotola e mescola fino a che lo zucchero non si sarà disciolto del tutto, aggiungi poi succo di limone e matcha.

Versa l’occorrente in un frullatore e spegnilo quando il matcha e gli altri ingredienti saranno del tutto privo di granuli.

Trasferisci tutto in una caraffa insieme all’acqua fredda e mescola, lascia poi riposare per 5 minuti. Prima di servire mescola nuovamente.

___________________

4 • MatchAnguria
Ingredienti:

– 200 g di anguria

– 120 ml di acqua

– un cucchiaino di matcha

– Ghiaccio

– Spicchi di anguria per decorare

Preparazione:

In una piccola scodella fai disciogliere il matcha nell’acqua, frulla la polpa dell’anguria fino a renderla cremosa e senza grumi. In due bicchieri pieni di ghiaccio versa prima la crema di anguria, poi il matcha.

Decora il tutto con piccoli spicchi di anguria.

___________________

5 • Cézanne Matcha

Ingredienti:

– 2 cucchiaini di matcha

– 360ml di acqua calda

– 14 foglioline fresche di menta

Preparazione:

Unisci 1 cucchiaino di matcha e 90 ml di acqua calda come faresti per preparare una normale tazza di matcha, lascia raffreddare e poi versa il tè negli stampi del ghiaccio. Aggiungi ad ogni cubetto di ghiaccio una fogliolina di menta, lascia congelare per una notte in freezer.

Aggiungi 2 o 3 cubetti di ghiaccio ad un bicchiere d’acqua per avere all’istante un meraviglioso tè verde freddo, oppure aggiungine qualcuno a degli smoothie per renderli ancora più gustosi.

___________________

Posso confermare che lascia una sensazione di lucidità mentale senza alcuni effetti negativi  e io lo preferisco a colazione al posto del caffè. 


Il sapore particolare può non piacere a molti, ma  io  trovo che  si sposi molto bene con il latte di soia con l’aggiunta di cannella, cacao, vaniglia, polvere di cocco…insomma chi più ne ha, più ne metta!


Spero che questa recensione vi sia stata utile!!!

W il Matcha!!!🍵


Un bacione 😘😘😘

Annunci

Un pensiero su “TÈ MATCHA 〰 Proprietà, benefici, controindicazioni, dove si trova e come si prepara.

  1. Eh eh si il matcha merita di essere proprio il the per eccellenza….Anche il semplice prepararlo costringe un po’ a prendersi dei tempi più calmi, un specie di cerimonia in piccolo che secondo me aiuta a ritagliarsi un po’ di tempo per se!
    È pazzescamente costoso, ma ha i suoi buoni motivi per esserlo, ovviamente 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...